Il 18 giugno si festeggia Santa Marina.

Santa Marina: la vita

La vita di questa giovane donna è molto particolare. La leggenda infatti, narra che all’eta di tre anni, la giovane rimase orfana dalla madre e il padre decise di entrare in convento informando l’abate di un suo figlio maschio che desiderava già in tenera età di poter entrare nel monastero. L’abate acconsentì e il padre e la giovane riuscirono a mascherare il genere femminile sia perché le furono tagliati i lungo capelli ma anche per le fattezze del corpo e la giovane età. La donna, con i capelli tagliati, senza peli e totalmente glabro con il cappuccio che copriva il capo permise di non rivelare mai la sua identità. Anche dopo la morte del padre la giovane rimase nel monastero tra preghiera e insegnamenti senza mai rivelare ciò che era davvero.

Immagini nuovissime e sempre aggiornate

Accadde un giorno però che la giovane insieme ai suoi confratelli uscì dal convento per un viaggio di questua e si fermò per la notte in una locanda. Proprio quella notte la figlia del locandiere fu violentata, rimase incinta e accusò uno dei confratelli: Marino. Conosciuto ciò l’abate cacciò il giovane dal monastero che dovette occuparsi del figlio elemosinando. Vedendo ciò i suoi confratelli chiesero che il giovane venisse riammesso in monastero e l’abate accettò. La donna però, dati i digiuni, e le continue autoflaggellazioni morì. Mentre i confratelli vestivano il corpo si accorsero dell’inganno ma anche della grande fede e benevolenza della donna. Infatti in tutte le sue iconografiche la donna è rappresentata sempre con un bambino in braccio.

santa marina

santa marina 1
santa marina 3
santa marina 2